image

TRANSPOTEC LOGITEC 2022: UN ECOSISTEMA PER I PROFESSIONISTI DELL’AUTOTRASPORTO

La manifestazione di riferimento del settore sarà un’occasione unica per la ripartenza: proposte e formazione con al centro gli operatori e le loro esigenze

Scopri di più
Transpotec Logitec 2022

Scopri tutte le novità

image

TRANSPOTEC LOGITEC 2022: UN ECOSISTEMA PER I PROFESSIONISTI DELL’AUTOTRASPORTO

La manifestazione di riferimento del settore sarà un’occasione unica per la ripartenza: proposte e formazione con al centro gli operatori e le loro esigenze

Scopri di più

Scopri tutte le novità

In evidenza
Autisti e nuove patenti: è tempo di trovare una soluzione
image
Sono più di 20.000, secondo fonti diverse, i camionisti che mancano in Italia. Il problema della carenza di autisti è sempre più grave e il ricambio generazionale sempre più difficile: il futuro di una professione importantissima come quella dell’autotrasportatore è oggi al centro del dibattito del settore e urge una soluzione.

La mancanza di autisti oggi non è più solo uno dei problemi più importanti da affrontare per la tenuta del settore del trasporto merci, ma è diventata una problematica “sociale”, dalla quale dipende la continuità e la tenuta di diverse attività economiche.

 

Quando la quasi totalità delle merci viaggia su gomma – in Europa è pari al 78% e in Italia la percentuale sale oltre l’80% - non avere autisti significa fermare, di fatto, il commercio e lo scambio di beni fondamentali come il cibo, i farmaci. È una prospettiva per fortuna ancora remota, ma fermare il trasporto vuol dire avere gli scaffali vuoti, come è successo in UK a seguito della Brexit.

 

Se dunque fino a qualche tempo fa la preoccupazione della tenuta del sistema era solo nelle parole delle associazioni e dei responsabili di flotte, che vedono da anni crescere l'età media dei loro dipendenti e ormai vanno a cercare nuove leve anche dall’altra parte del mondo, oggi il dibattito si va allargando: guardare alla mancanza degli autisti significa accendere i riflettori su una questione globale.

 

Le cronache, infatti, sempre più spesso raccontano di merci ferme in magazzino, di camion nuovi parcheggiati inutilizzati nelle rimesse, di ritardo nelle consegne. Perché la mancanza di ricambio generazionale, ha raggiunto ormai il culmine.

 

Così, paradossalmente, mentre da un lato tanti ragazzi sono alla disperata ricerca di un lavoro, il settore dell’autotrasporto non riesce più a trovare nuove risorse da assumere. Perché succede? Chi può e deve fare qualcosa per porre rimedio a una situazione che sta implodendo?

 

Transpotec Logitec 2022, grazie al contributo di aziende, rappresentanti dei media e delle associazioni, sarà il contesto per dare voce a questa problematica, un’occasione per confrontarsi su cosa fare, ma anche per lanciare iniziative concrete e aprire un dibattito con le istituzioni.